Salta al contenuto

Mese: marzo 2015

Educazione finanziaria nella scuola. Non basta dire di no.

Educazione FinanziariaNella riforma educativa spagnola, riporta un articolo del Fatto Quotidiano, è stata proposta l’abolizione dell’insegnamento della Filosofia con l’introduzione dell’ Educazione Finanziaria. Lo sappiamo: la solitaria lotta per una scuola gratuita e accessibile a tutti i fanciulli non è mai stata sufficiente.

 

Educazione Finanziaria? Già nel 1848 Marx ed Engels scrivevano sulle pagine del Manifesto del Partito Comunista che uno degli obbiettivi necessari da raggiungere per un miglioramento delle condizioni di vita della popolazione, almeno nei paesi avanzati, era l’educazione “pubblica e gratuita di tutti i fanciulli. Abolizione del lavoro dei fanciulli nelle fabbriche nella sua forma attuale. Unificazione dell’educazione e della produzione materiale ecc.” Questo ultimo punto, il decimo, seguiva però nel programma il primo di tutti: “Espropriazione della proprietà fondiaria e impiego della rendita fondiaria per le spese dello Stato”.